Segui i canali social:

NOI LA
CIVICA

Aria pura, scuola sicura

Erano le due di notte passate quando abbiamo potuto presentare finalmente i tre emendamenti che avevamo preparato in “correzione” al bilancio 2022-2024. Tre proposte – secondo noi migliorative – rispetto ad alcuni temi importanti emersi durante le Commissioni Consigliari.

Uno di questi emendamenti suggeriva un intervento per il miglioramento della qualità dell’aria nelle scuole. In una situazione segnata ancora dalla pandemia, abbiamo suggerito di dotare le aule di impianti di sanificazione dell’aria attraverso ventilazione forzata o altre tecnologie.

La qualità dell’aria è infatti uno dei fattori che condizionano ormai da due anni la frequenza delle lezioni per gli alunni di tutte le scuole, comprese quelle dell’obbligo. La chiusura prolungata o a singhiozzo e la didattica a distanza provocano problemi a livello psicologico e caduta nella qualità dell’apprendimento, oltre a creare disagi alle famiglie, ai genitori che lavorano, ai nonni, quando ci sono…

Per questo abbiamo proposto degli interventi per stralci funzionali, a partire dalle scuole medie o dalle materne (in foto la materna di Largo Asiago in festa) nelle quali già sono previsti lavori di manutenzione straordinaria. Un intervento sarebbe auspicabile già in vista del prossimo anno scolastico e abbiamo suggerito di utilizzare, per questo, parte dei 350.000€ stanziati per il 2° stralcio della manutenzione straordinaria del tetto del Municipio.

Riservare 150.000 € per il miglioramento della qualità dell’aria nelle scuole, ci era sembrata una cosa fattibile all’interno di un più vasto progetto di miglioramento generale. Con un messaggio positivo alle famiglie, per dire che al benessere dei loro bambini le Istituzioni stanno pensando seriamente.

Ma la maggioranza che governa, questa proposta ce l’ha bocciata: tutti contrari. Nonostante il parere favorevole sia tecnico che contabile degli uffici comunali.

Peccato. Gli eletti in Consiglio hanno il dovere di pensare al “bene comune”. La nostra proposta puntava al benessere e alla salute dei più piccoli, dei più giovani componenti della nostra società: se non è bene comune questo… Era una buona occasione per essere costruttivi, tutti: speriamo soltanto che l’idea non venga buttata definitivamente nel cestino ma trovi qualche spazio non troppo in là nel tempo. Buon 2022!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi contatti!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram