Segui i canali social:

NOI LA
CIVICA

*Il Concerto in Conservatorio e gli studenti da premiare

Mercoledì 21 luglio: una serata meravigliosa accanto a Casa Barbarella, sede del Conservatorio Agostino Steffani. L’orchestra del Conservatorio, 57 elementi fra studenti e docenti, ha riempito di musica e di gioia l’aria e i cuori di chi assisteva allo splendido Concerto dedicato alle “partite IVA” del mondo dello spettacolo, settore fra i più penalizzati dall’emergenza COVID. Gli applausi calorosi alla magistrale direzione del Maestro Roberto Zarpellon, ai musicisti e ai due cantanti ex allievi dello Steffani, mezzosoprano e baritono, hanno espresso tutto l’apprezzamento del pubblico e hanno confermato ancora una volta la grande qualità espressa da questo nostro Istituto di alta formazione musicale.


Ma proprio lo spettacolo offerto da quei giovani appassionati mi spinge a non tacere il risultato di un’amara scoperta che ho fatto qualche mese fa in Comune.

Dall’anno 2001 la Città di Castelfranco gode di una importante donazione fatta da un nostro concittadino: erano le ultime volontà di un illustre medico, il professor Danilo Cargnello (Castelfranco Veneto 1911 – Sondrio 1998). Una cospicua donazione finalizzata proprio a destinare ogni anno delle Borse di Studio ad allievi meritevoli del Conservatorio.

Dal 2001 al 2010, durante i miei mandati come sindaco, erano stati 23 gli studenti che avevano goduto del contributo significativo di una Borsa di Studio e molti di loro si stanno facendo onore nel panorama musicale internazionale.


Tornata ora in Municipio come Consigliere Comunale, mi sono voluta informare sugli esiti di questo lascito negli ultimi 10 anni. E qui l’amara scoperta: dal 2011 in avanti nessuna borsa di studio era più stata consegnata, nessuno studente meritevole aveva più goduto di questo importante contributo. Sia Dussin che Marcon, i due Sindaci che si sono succeduti dopo di me, non se ne sono più occupati, nè loro nè i loro Assessori. La considero una negligenza grave, un danno agli studenti, un danno alla musica e anche una grave responsabilità per non aver rispettato il legato testamentario.


Durante il Concerto, pensavo anche a quanti di quei giovani allievi avrebbero potuto avere dalla nostra Città un sostegno al loro studio in questi anni. Un sostegno concreto, non solo belle parole… e invece no.
Forse è superfluo dire che come Consigliere Comunale vigilerò, che tutti noi Consiglieri vigileremo come è nostro dovere: la Borsa di Studio in memoria di Danilo Cargnello non potrà più essere dimenticata dal nostro Comune. 

Castelfranco V. 23 07 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi contatti!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram