Segui i canali social:

NOI LA
CIVICA

La Cultura in Commissione

A settembre pare sarà convocata la Commissione Cultura. L’abbiamo chiesta perché puntare sulla Cultura significa puntare sulla qualità della vita. E Castelfranco ne ha avuto chiara prova nel primo decennio del 2000.

Al primo posto mettiamo Palazzo Novello. In questi mesi il Comune ha fatto investimenti importanti acquistandolo per farne un “motore” di attività culturali: ma per valorizzare questo investimento ci vuole un progetto importante, ci vogliono idee chiare. Si tratta del futuro di un compendio che può determinare una crescita forte in attrattività e dinamicità per Castelfranco Città d’Arte. Avviare l’iter per un bando che guardi al futuro e valuti le migliori opzioni è vitale e bisogna farlo senza perdere altri mesi.

Al secondo posto mettiamo i lavori in corso per la Casa del Trombetta. Si tratta di alcuni locali alla base della Torre Civica che possono diventare volàno per il turismo se valorizzati anch’essi sulla base di un progetto specifico. Teniamo conto, fra l’altro, che con questi lavori, pur necessari, è stato di fatto impedito l’accesso alla Torre Civica. Castelfranco ha perso – in questo periodo di riapertura al turismo – uno dei suoi siti d’interesse storico e architettonico più importanti e non possiamo tenerlo chiuso ancora a lungo. Servono tempi certi.

Poi una notizia di questi giorni. Leggiamo sulla stampa che è stato approvato il progetto definitivo del camminamento fra la Torre Civica e la Torre di Giorgione. Salvo che il progetto – oltre un milione di Euro il costo previsto – pare stia subendo modifiche significative rispetto alla stesura iniziale. Un motivo in più perché la Giunta riferisca in Commissione, dove conoscere e valutare questo primo stralcio da cui far decollare le visite alle mura storiche.

Altri progetti culturali sembrano essere in itinere ma senza tempi definiti: la Mostra dedicata a Noè Bordignon nel centenario della morte (1920) e la promozione dei tesori d’arte delle chiese del territorio comunale – l’iniziativa Artis Thesauri – realizzata in collaborazione con il Conservatorio Steffani. Sono progetti importanti che hanno bisogno di impegno e di chiarezza e la Commissione Cultura può dare il suo contributo.

Infine, sul fronte della musica, c’è anche un altro impegno del Comune. Un nostro illustre concittadino, il dottor Danilo Cargnello, nel suo testamento del 1998 ha lasciato una cospicua somma affinchè l’Amministrazione ne ricavi ogni anno delle borse di studio per gli studenti di musica della Castellana. Anche questo impegno va rispettato e attuato nell’interesse dei giovani, della musica e della cultura.

I temi all’ordine del giorno non mancano per la Commissione Cultura: noi ne attendiamo la convocazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi contatti!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram